sabato 19 febbraio 2011

Direttiva 2009/28/CE - perplessità

Bozza schema Dlgs di recepimento Direttiva 2009/28/CE, attualmente in discussione al Senato, all’art.9 il comma 3, Il comma recita:
“3. Gli impianti alimentati da fonti rinnovabili realizzati ai fini dell’assolvimento degli obblighi di cui al comma 1 accedono agli incentivi statali previsti per la promozione delle fonti rinnovabili, limitatamente alla quota eccedente quella necessaria per il rispetto dei medesimi obblighi. Per i medesimi impianti resta ferma la possibilità di accesso a fondi di garanzia e di rotazione”
Questo vuol dire che se devo installare 1 kW di energia elettrica da FER e ne installo 3 kW per arrivare ad un dimensionamento minimo per l’uso di una abitazione e per un ritorno economico in 7/8 anni, in realtà posso beneficiare solo di 2 kW del conto energia, il che vuol dire che ne dovrà installare 4 kW per poter beneficiare di 3 kW, … come variano i tempi di ritorno degli investimenti?
Può risultare uno strumento utile?

(Riproduzione riservata. Il materiale contenuto è consultabile e riproducibile a patto di citarne fonte ed autore ed i relativi link. )

Nessun commento: