venerdì 29 giugno 2012

Futuro prossimo venturo


Il 15 giugno 2012 è stato raggiunto l’accordo tra il Consiglio ed il Parlamento Europeo riguardo alla Direttiva 2006/32/CE, si completa il quadro sul pacchetto delle Direttive per l’obiettivo 20-20-20 per ottenere il 20% delle riduzioni delle emissioni di CO2 (per gli edifici Direttiva 2010/31/UE), aumentare del 20% la produzione di energia da rinnovabili (Direttiva 2009/28/CE) ed aumentare del 20% l’efficienza energetica (nuova Direttiva 2006/32/CE in corso di approvazione) entro il 2020.

L’attuale Direttiva 2006/32/CE è stata recepita con il Dlgs 115/2008 ed è stata l’occasione per chiarire chi sono gli attori nel settore dell’energia (produttori, distributori, rete, venditori, clienti, etc.) e chi sono gli operatori dei servizi energetici (Esco, Energy manager, etc.), oltre ad affrontare i temi dei certificati bianchi e del teleriscaldamento, ma molto è ancora da fare in materia di efficienza e sua misurazione da parte dell’Europa e degli Stati Membri.

La nuova Direttiva sull’efficienza energetica,che sostituirà la 2006/32/CE, avrà come oggetto:
(1) il miglioramento dell’efficienza di almeno il 3% degli edifici pubblici;
(2) l’incentivazione (Energy utilities) degli interventi di sostituzione dei vecchi generatori ed isolamento degli edifici, l’Italia ha già uno strumento attivo, la detrazione del 55% anche se con il Decreto Sviluppo è equiparata alla semplice ristrutturazione, ed uno strumento in divenire il Contoenergia termico previsto dal Dlgs 28/2011;
(3) migliorare l’informazione verso i consumatori in merito alla misura dei consumi e delle tariffe;
(4) migliorare l’efficienza della rete di distribuzione dell’energia, non solo elettrica;
(5) introdurre uno schema di certificazione degli operatori dei servizi energetici, ovvero le ESCO (Energy Services COmpany), tanto note come nome e funzionamento, quanto misconosciute nella pratica.


Per maggiori informazioni e curiosità sull’efficienza ed indicatori energetici degli stati membri: http://ec.europa.eu/energy/efficiency/eed/eed_en.htm

Kristian Fabbri

(Riproduzione riservata. Il materiale contenuto è consultabile e riproducibile a patto di citarne fonte ed autore ed i relativi link. )

Nessun commento: