lunedì 2 gennaio 2012

E’ il solito magna magna delle lobby


Leggo i commenti del blog “Annunci case, obbligo di certificato” del Corriere della Sera del 1 gennaio 2012, nel quale si illustra l’obbligo di indicare la Classe energetica negli annunci immobiliari a partire dal 1° gennaio 2012.
Nei post si legge il solo livore dei "cittadini", in particolare “[…] Al momento di acquistare o vendere la casa sarà fondamentale “la classe energetica”: sicuramente sarà da pagare la solita “tangente” (ooops mi scuso, parcella ) al tecnico abilitato che ci rilascerà il certificato.[…]” 
ed ancora
“[…] Un altro regalo a geometri  e tecnici [???che differenza c'è?], non si poteva fare che chi lo desidera si fa rilasciare a pagamento questo documento e chi non vuole non lo fa? […] Ne avevamo bisogno di questa ennesima gabella dopo che nulla è stato fatto per incentivare i singoli cittadini ad investire sulle energie pulite?” 
e più sotto “Un altro regalo alle lobby.[…]” 
e poi “Intanto è un bell’onere scaricato addosso al cittadino, con la solita storia del tecnico abilitato: un bel regalo alle corporazioni che si vorrebbero combattere! […]”

Questo è lo specchio del nostro paese, un insieme di consumatori (non più cittadini) per i quali tutto è dovuto 'a gratis', che vedono le libere professioni come una gabella, dei parassiti, l’informazione su quello che comprano come una tassa, il bene comune (risparmio, efficienza) sempre a carico degli altri, o comunque sempre risolvibile con il benaltrismo.

Mi auguro che il 2012 cambi gli Italiani facendoli tornare cittadini del proprio paese, con diritti e doveri, con pretese e responsabilità delle proprie scelte, e non solo livorosi consumatori.


Questo primo post non è molto "tecnico", ... mi auguro che su questi temi sia un anno efficiente!

Kristian Fabbri

(Riproduzione riservata. Il materiale contenuto è consultabile e riproducibile a patto di citarne fonte ed autore ed i relativi link. )
riferimento: